Albero alternatore: rimozione e assemblaggio componenti

Impianto elettricoPrima di procedere è bene sapere che sarà necessario regolare l’anticipo intervenendo sui pick-up magnetici e più precisamente sul loro posizionamento rispetto al volano. L’argomento è trattato nell’articolo: Regolazione dell’anticipo.

 
meccanicaPer lavorare sull’albero alternatore è necessario rimuovere il carter sinistro. L’argomento è trattato nell’articolo: Estrazione del carter lato cambio.

 
AvvertenzaNell’articolo troverete la definizione “albero alternatore”. Per essere corretti, l’albero non è l’alternatore, come farebbe supporre questa mia definizione: è, semmai, l’albero sul quale è assemblato il rotore, una delle due parti che costituiscono l’alternatore. Fuori dai denti, questa scelta è dovuta alla necessità di posizionare il meglio possibile questa pagina sui motori di ricerca. Spero non sia troppo fuorviante e di farmi perdonare con l’articolo.

 

RIMOZIONE DEI COMPONENTI DALL’ALBERO ALTERNATORE

Albero alternatore, volano, rotore del generatore e pick-up magnetici - moto Ducati Supersport SS Desmodue 600 750 900 ccEcco l’area di nostro interesse completa di legenda dei vari componenti: A) dado da 30 mm, B) rotore alternatore – l’avvolgimento che lo circonda è affrancato al coperchio del carter, C) volano, D) pick-up magnetici – due, uno per cilindro, E) dadi da 10 mm di fissaggio dei pick-up magnetici.

Per prima cosa togliamo la staffa dei pick-up magnetici rimuovendo i due dadi da 10 mm (E). Quindi svitiamo il dado da 30 mm (A) che affranca il rotore dell’alternatore (B) ed il volano (C) all’albero.

Per riuscire nell’operazione l’albero alternatore deve essere ben frenato. Ci sono tre metodi conosciuti per tenerlo fermo:

1. bloccando una delle due bielle e procedendo con l’allentamento del dado. Caso possibile solo se teste, pistoni e cilindri sono stati rimossi, quindi realizzabile solo se si stà operando una revisione più importante del motore.

2. inserendo un rapporto alto e bloccando il freno posteriore prima di allentare il dado. Questo metodo forse è perseguibile, ma se la moto non è stata mai aperta ed ha, come la mia, vent’anni, sarà difficile convincere il dado a mollare la presa …anche se è sempre rimasto nell’olio del motore.

Chiave di bloccaggio rotore del generatore / volano - moto Ducati Supersport SS Desmodue 600 750 900 cc3. acquistando l’apposita “chiave blocca alternatore” (foto).

Personalmente, dopo qualche tentativo, ho preferito non rischiare di rovinare il dado ed ho ripiegato sull’acquisto della “chiave blocca alternatore” (131,00 € sul sito stein-dinse.biz). Soldi ben spesi: in un attimo il dado da 30 mm è scivolato via dalla sua sede.

 

filetto albero alternatore / volano - Ducati 750 supersportil dado che blocca il rotore dell’alternatore e il volano, ha un filetto molto fine rispetto alle sue dimensioni. Svitandolo, vi accorgerete che non allenta la presa al primo accenno di cedimento, ma il tiraggio decresce “dolcenente” …il che è comunque ben augurante: non è bloccato. Nella foto, un po’ sfuocata (non prevista), potete osservare il filetto dell’albero alternatore…

 
!Tutti i manuali – cartacei o provenienti da Internet – parlano di una “rondella di sicurezza” che impedisce al dado da 30 mm di allentarsi da solo. Nella mia Ducati 750 Supersport – anno di inizio produzione 1992 – non c’è. Ho pensato alla disattenzione di qualche meccanico, ma osservando bene ho capito subito che non ci va proprio. Nel mio caso la rondella è parte della fusione che costituisce il dado stesso. Mistero all’italiana, e neppure l’unico. Sappiate che la vostra Ducati 750 Supersport potrebbe avere detta “rondella di sicurezza”.

 
Tolta la staffa di supporto dei pick-up magnetigi e il dado da 30 mm, possiamo iniziare a sfilare i vari componenti montati sull’albero. Osserviamone le caratteristiche e memorizziamone il posizionamento prima di rimuoverli. Tenete presente che l’albero alternatore, anche se frenato dal motore è libero di ruotare, quindi  ogni riferimento deve basarsi sull’albero e non su punti arbitrari sul blocco motore o altro. Ma vediamo le cose importanti per portare a termine il lavoro con successo.

Chiavetta sull'albero alternatore - moto Ducati Supersport SS Desmodue 600 750 900 ccEstraendo il rotore dell’alternatore si può notare che il montaggio è possibile solo in una posizione: il foro interno al pezzo presenta una sola scanalatura che fa da guida. Una volta estratto il rotore dell’alternatore, buona parte dell’albero risulta scoperto e appare visibile la chiavetta (b) dove il rotore era assicurato, rimuoviamola con le dita o con una pinzetta. Adesso tocca al volano. Osserviamolo: le scanalature del foro questa volta sono tante (sei), ma soltanto una è contrassegnata da una marcatura circolare, (a) nella foto. Questa è la scanalatura da allineare alla chiavetta (b) quando riassembleremo. Attenti: l’uso di un’altra delle sacanalature causerà il mancato funzionamento del motore.

Estaratto il volano, è la volta della “minuteria”: le due boggie a rulli (H), quindi la boccola d’acciaio (I) e la rondella che stà a contatto con l’ingranaggio di distribuzione (quest’ultimo NON lo smonteremo). E’ tutto da togliere. Memorizziamo come posizionarli quando monteremo il tutto.

Ecco una foto riassuntiva di tutte le componenti rimosse dall’albero alternatore: A) dado da 30 mm, B) rotore dell’alternatore, C) volano (visto lato motore), b) chiavetta di fasatura motore, H) boggie a rulli, I) boccola d’acciaio. Da sinistra a destra, la componentistica in ordine di estrazione.

componenti smontati dall'albero alternatore - Ducati 750 supersport

Rondella e boccola albero alternatore / volano - moto Ducati Supersport SS Desmodue 600 750 900 ccNella foto sopra non è presente la rondella (L) che stà a contatto con l’ingranaggio di distribuzione (M), che NON smonteremo. Eccola in questa foto.

 

 

 

 

 

ASSEMBLAGGIO DEI COMPONENTI SULL’ALBERO ALTERNATORE

Proseguiamo con l’assemblaggio. Infiliamo la grossa rondella (L), quindi la boccola d’acciaio (I) avendo cura che la rondella alloggi all’interno dello smusso visibile sullo spigolo della boccola stessa in modo da risultare perfettamente centrata. Per essere sicuri che la rondella non si sposti facilmente possiamo ungerla con un po’ di olio motore.

Inseriamo la chiavetta (b) nella suo incavo sull’albero alternatore. Collochiamo le due boggie a rulli (H) nel foro, lato ingranaggio dentato, del volano (C). Montiamo il volano (C) sull’albero facendo attenzione che la scanalatura con la marcatura circolare (a) sia quella che impegna la chiavetta …ricordate quando ho detto che altrimenti il motore non si “accende”? Montiamo il rotore dell’alternatore (B) facendolo scorrere lungo l’unico incavo che compare all’interno del suo foro. Con la “chave blocca alternatore” e la bussola montata su una chiave dinamometrica, stringiamo il dado da 30 mm alla coppia di serraggio riportata nella tabella a fine articolo.

Finalmente possiamo montare la staffa dei pick-up magnetici. Questa operazione comporta la regolazione dell’anticipo e richiede molta attenzione, pena il mancato avviamento del motore. Per questo motivo ho preferito scrivere un articolo a parte, eccolo: Regolazione dell’anticipo.

 

DATI TECNICI

COMPONENTEATTREZZOMISURESERRAGGIO
dado albero alternatore (A)
modelli dal 1991 al 1993
modelli dal 1994 in poi

bussola
bussola

30 mm
30 mm

da 177 a 186 Nm
da 180 a 190 Nm
dado albero alternatore (A)chiave dinamometrica --
rotore alternatore (B)chiave Ducati 88713.0710--
dadi staffa pick-up (E)chiave a forchetta, bussola10 mm-
candele di accensionechiave svita candele16 mmda 20 a 29 Nm

5 pensieri su “Albero alternatore: rimozione e assemblaggio componenti

  1. adult facebook

    Good day very nice web site!! Man .. Beautiful ..

    Wonderful .. I will bookmark your website and take the feeds also?

    I’m happy to seek out numerous useful info right here in the submit, we want develop more techniques on this
    regard, thanks for sharing. . . . . .

    1. sersigal Autore dell'articolo

      Thanks! I hope to post more articles soon. Right now I’m working on an article that investigates the failure to start due to the electrical system. A problem as stupid as frustrating when the bike don’t start. I hope it will be helpful to all Desmodue’s holders. Keep in touch!

    1. sersigal Autore dell'articolo

      That’s great!
      I do the web designer from about fifteen years and this is a beautifull news …and a great satisfaction. Thanks for telling me!

  2. bestdat

    Excellent web site you’ve got here.. It’s difficult to find excellent writing like yours nowadays.
    I seriously appreciate people like you! Take care!!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Completa prima di inviare * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>