Impianto elettrico: quando la moto non da segni di vita

Può capitare che, girata la chiave su ON e premuto il pulsante di avviamento, la moto non parte. Se non si tratta dell’interruttore di emergenza (RUN), della batteria “andata” o di un fusibile bruciato diventa necessaria una ricerca approfondita della causa del mancato avviamento della nostra Ducati Supersport Desmodue.

Il mancato avviamento della moto può dipendere da molti fattori. In questo articolo ci concentreremo esclusivamente sui malfunzionamenti riconducibili all’impianto elettrico quando la moto non da segni di vita. Escluderemo quindi, per intenderci, i malfunzionamenti riconducibili, sì all’impianto elettrico, ma che vedono il motorino di avviamento funzionante ed il motore in movimento nell’atto di avviarsi.

 

LE CAUSE DEL MANCATO AVVIAMENTO DELLA MOTO

Tra i casi che vedono l’impianto elettrico come causa del mancato avviamento del motore ce ne sono alcuni che non offrono segnali evidenti tali da agevolare l’individuazione del guasto. E’ bene allora conoscere preventivamente tutte le cause di natura elettrico/elettroniche all’origine del mancato avviamento della nostra Ducati Supersport Desmodue. Chiave di accensione su ON, vediamole cercando di definire l’ordine in cui dovrebbero essere indagate per individuare e riparare il guasto.

Nessuna delle spie luminose del cruscotto (rossa/batteria, verde/folle, ecc.) si illumina e nessuno dei comandi al manubrio (luci, frecce, segnalatore acustico, ecc.) funziona.Verificare lo stato di tutti i fusibili.
Verificare lo stato della batteria; eventualmente verificare che non ci siano cortocircuiti.
Verificare il funzionamento dell’interruttore generale di accensione (blocchetto della chiave).
Consultare il capitolo: RELE' GENERALE.
Interruttore per lo spegnimento di emergenza (RUN).Verificare che l’interruttore sia su RUN.
Se correttamente posizionato smontare e verificare:
- corrosione/ossidazione;
- rottura del componente (rara vista semplicità e robustezza).
Eventualmente smontare e verificare.
Interruttore di avviamento (PUSH).Eventualmente smontare e verificare.
Il relè di avviamento non fa "click" quando si preme il pulsante di avviamento (PUSH).Consultare il capitolo: RELE' DI AVVIAMENTO (STARTER).
Il relè di avviamento emette il “click” quando si preme il pulsante di avviamento (PUSH) ma il motorino di avviamento non da segni di vita.Il motorino di avviamento potrebbe essere guasto.
Non posso fornire ulteriori indicazioni in quanto non ho personalmente eseguito il lavoro.
La moto non da ancora segni di vita dopo aver verificato tutte le cause elencate.Verificare che tutti i fili siano integri, che tutti i connettori e relativi faston siano inseriti fermamente e che i collegamenti elettrici non presentino tracce di corrosione/ossidazione.

La sequenza proposta in elenco, naturalmente, non è vincolante e va intesa come una traccia per la vostra indagine personale. Il consiglio è di indagare prima le cause più semplici – posizione dell’interruttore RUN; fusibili, soprattutto quello da 30 Ampere; batteria – per poi passare alle cause più complesse – verifiche sul relè generale o sul relè di avviamento. E’ molto probabile che il problema si nasconda proprio in questi ultimi componenti.

 
impianto elettricoSulle moto con qualche anno di vita come le Ducati Supersport Desmodue è abbastanza frequente la presenza di contatti elettrici ossidati e malfermi che causano problemi. Per non incorrere in frustranti quanto imprevedibili problemi è bene verificare preventivamente l’efficienza di tutti i contatti faston dell’impianto elettrico. Un lavoraccio che ripaga.

 

L’IMPIANTO ELETTRICO DI AVVIAMENTO DELLA MOTO

Innanzi tutto è bene comprendere come e quali componenti partecipano all’avviamento della moto. Qui di seguito potete vedere uno schizzo dei curcuiti dell’impianto elettrico atti all’avviamento della nostra Ducati Supersport Desmodue, sia 750 cc, 600 cc o 900 cc.

 
attenzioneLo schema dell’impianto elettrico proposto è certamente valido per le Ducati Supersport Desmodue prodotte tra il 1991 e il 1993 (attenzione: prodotte, non immatricolate). Per quelle prodotte dal 1994 al 1996 non ne sono certo. Posso solo dire che questa “porzione” di impianto elettrico sembra identica anche per queste ultime, fatta eccezione per lo sviluppo del cavo del negativo della batteria che nelle moto prodotte dopo il 1994 è stato semplificato mettendo a massa il regolatore di tensione invece di ricondurlo al polo negativo (della batteria).

 
Vediamo la porzione di impianto elettrico preposto all’accensione delle Ducati Supersport Desmodue 600, 750 e 900 cc.

circuito elettrico di avviamento - Ducati 750 supersport

Più che di un circuito elettrico possiamo parlare di un insieme di circuiti che si attivano a cascata, ma non rendiamo la cosa difficile…

Nella pratica e nello schizzo, quando ruotiamo su ON la chiave nell’interruttore di accensione la corrente elettrica inizia a circolare nel circuito GIALLO che, chiudendo il contatto del relè generale, la mette a disposizione del circuito AZZURRO. Dico “messa a disposizione” perché la corrente elettrica non scorre ancora all’interno del circuito AZZURRO, almeno fino a quando non viene premuto il pulsante di avviamento (PUSH). Se il pulsante PUSH viene premuto la corrente inizia a circolare anche nel circuito AZZURRO e il contatto nel relè di avviamento (“relè starter” nello schizzo) si chude: la corrente elettrica inizia a circolare anche nel circuito ROSSO e il motorino di avviamento si mette a ruotare. Abbastanza semplice?!

Da notare che se non fosse per il relè di avviamento che funge da interruttore apri/chiudi, il circuito ROSSO sarebbe del tutto indipendente dal resto dell’impianto elettrico della moto. Infatti, nella realtà come nello schizzo, al morsetto del polo positivo della batteria sono affrancati due cavi e uno dei due va esclusivamente allo starter per alimentare, su richiesta, il motorino di avviamento.

 
Impianto elettricoSolo due parole sull’interruttore di emergenza (RUN) che, anche se compare nello schizzo, non è di particolare interesse per le finalità che si prefigge questo articolo. Diciamo soltanto che il comando RUN con il contatto in posizione chiusa rende la corrente elettrica disponibile – già dal momento in cui la chiave è stata posizionata su ON – alla circuiteria preposta all’accensione delle candele e che detta circuiteria inizierà ad utilizzarla non appena il motore inizierà a girare.

 
Dopo questo breve e, spero, esaustivo capitolo sul funzionamento del segmento di impianto elettrico preposto all’avviamento della Ducati Supersport Desmodue, vediamo, componente per componente, le possibili cause del mancato avviamento del motore.

 

attenzionePrima di rimuovere un componente dall’impianto elettrico posizionare la chiave di avviamento su OFF e scollegare la batteria: prima il polo negativo (-), poi quello positivo (+). Per collegare la batteria procedere in modo inverso: positivo (+), poi negativo (-).

 

VERIFICHE SUL RELÈ GENERALE

Involucro relè generale - moto Ducati Supersport SS Desmodue 600 750 900 ccUn buon indizio per indagare la causa del mancato avviamento della moto è il funzionamento delle spie di segnalazione sul cruscotto (rossa/batteria, verde/folle, ecc.) e dei comandi al manubrio (luci, frecce, ecc.).
Controllato lo stato della batteria, se, chiave su ON, nessuna delle spie e delle funzionalità è disponibile, con buone probabilità la causa del mancato funzionamento delle spie sul cruscotto e di tutto il resto è il relè generale (foto).

Relè generale nella sua sede - moto Ducati Supersport SS Desmodue 600 750 900 ccIl relè generale è posizionato in prossimità della freccia anteriore destra all’interno del cupolino. Nella foto lo si può vedere inserito nel suo connettore affrancato al telaio che regge il faro anteriore, la strumentazione e la carena. Per estrarlo è necessario rimuovere la mascherina di plastica nera – con funzione estetica – sulla destra del cruscotto.

 
Contatti del relè generale - moto Ducati Supersport SS Desmodue 600 750 900 ccPer le verifiche sul relè generale dobbiamo prima conoscere il significato della numerazione accanto ai terminali (foto) e come questi lo fanno funzionare (vedi anche schizzo dell’impianto elettrico a inizio articolo).

Chiariamo subito che i contatti collegati all’impianto elettrico della moto sono quattro, anche se sul componente sono visibili cinque terminali. Questo è possibile perché ci sono due terminali 87, uno dei quali, quello centrale, è un doppione non collegato all’impianto elettrico e non va preso in considerazione. Detto questo, iniziamo a vedere i terminali 85 e 86 che agiscono sul primo stadio del relè generale.
Al terminale 85 è collegato un filo bianco-rosso (di fabbrica) che – passando attraverso il fusibile da 30 Ampere, quindi attraverso l’interruttore di accensione (chiave) – conduce la corrente proveniente dalla batteria al relè generale. Quando la chiave viene ruotata su ON la corrente inizia a circolare nell’impianto elettrico e fluisce nel componente attraverso il terminale 85, attiva il relè del primo stadio e scaricata a massa attraverso il terminale 86.
L’attivazione del relè del primo stadio fa chiudere un altro interruttore (secondo stadio) contenuto nello scatolotto il quale fa fluire la corrente, dal terminale 30 al terminale 87, verso i circuiti dell’impianto elettrico della moto.
In dettaglio, nel secondo stadio la corrente elettrica proveniente dalla batteria attraversa il fusibile da 30 Ampere, impegna il terminale 30, quindi l’interruttore secondario ed esce dal terminale 87 che la distribuisce a tutti i fusibili *, 30 Ampere escluso ovviamente.
Ecco perché il relè generale è l’indiziato numero uno quando non si accendono le spie e non funzionano i comandi elettrici sul manubrio.

* Una precisazione: lo schizzo dell’impianto elettrico più sopra riportato vede un solo fusibile impegnato dalla corrente proveniente dal terminale 87 (circuito AZZURRO). Nulla di strano, lo schema è corretto. E’ illustrato così perché evidenzia soltanto i circuiti preposti all’avviamento della moto.

 
Arriva corrente al relè generale?

Siccome, come più volte detto, il relè generale agisce da interruttore per tutti i circuiti che impegnano il box fusibili, se – chiave su ON – azionando il punsante di avviamento (PUSH) non si sente un “click” provenire dal componente, per prima cosa controlliamo il fusibile da 30 Ampere.

Filo del terminale 85 del relè generale - moto Ducati Supersport SS Desmodue 600 750 900 ccSe il fusibile è integro, verifichiamo la tensione in arrivo sul filo elettrico bianco-rosso (di fabbrica) collegato al terminale 85 del relè generale (foto). Se non c’è tensione verifichiamo l’integrità dei seguenti fili elettrici: bianco-rosso (di fabbrica) dal terminale 85 al punsante di avviamento (circuito GIALLO nello schema elettrico a inizio articolo); rosso (di fabbrica) dal blocchetto di accensione (dove si infila la chiave) al fusibile da 30 Ampere (circuito AZZURRO nello schema dell’impianto elettrico a inizio articolo).
Portate a termine le verifiche, se tutto è a posto e il relè generale non emette il “click” allora il componente è rotto. Non ne siete ancora convinti? Allora procedete con la prossima verifica.

 
Verifica del funzionamento del relè generale

Se – chiave su ON e punsante di avviamento (PUSH) azionato – si sente un “click” provenire dal relè generale può rivelarsi comunque necessaro isolare il componente dall’impianto elettrico per essere certi del suo funzionamento. Questo perché, nonostante il relè del primo stadio si attivi emettendo il “click”, l’interruttore del secondo stadio potrebbe non chiudere il circuito che permette alla corrente di fluire verso il motorino di avviamento.

Verifica funzionamento relè generale - moto Ducati Supersport SS Desmodue 600 750 900 ccScolleghiamo la batteria e rimuoviamo il relè generale dal connettore in plastica ricordando il modo in cui è inserito.

Impostiamo il tester per misurazioni in Ohm.
Ora, con fili cablati con coccodrilli, colleghiamo il polo positivo (+) della batteria al terminale 85, assicuriamo i puntali del tester ai terminali 30 e 87 del relè generale quindi chiudiamo il circuito collegando il terminale 86 con il polo negativo (-) della batteria.
Se l’ago del tester va a fondo scala (zero Ohm, nessuna resistenza) il relè generale funziona e il guasto dovrà essere indagato altrove. Se, al contrario, l’ago non si muove il relè generale è guasto e dovrà essere sostituito.

 

VERIFICHE SUL RELÈ DI AVVIAMENTO (STARTER)

Posizione del relè di avviamento - moto Ducati Supersport SS Desmodue 600 750 900 ccRintracciare e rimuovere il relè di avviamento dal suo supporto non richiede la rimozione della carena, se presente. Il componente è chiaramente visibile sul lato destro della moto, tra i tubi del telaio all’altezza della batteria (foto).

Una prima verifica, empirica, del funzionamento del relè di avviamento consiste nel posizionare la chiave su ON e, avvicinato l’orecchio al componente, azionare il punsante di avviamento (PUSH): se si sente un “click” il componente probabilmente funziona e la causa del mancato avviamento del motore dovrà essere indagata altrove. Se, al contrario, non reagisce, è necessario fare le dovute verifiche. Verifiche che comportano la rimozione del relè di avviamento dall’impianto elettrico.

Rimuovere il relè di avviamento dall’impianto elettrico è facile, non servono attrezzi. E’ sufficiente far scivolare il pezzo fuori dal suo supporto con una mano, esercitando una leggera forza verso il basso.

Estrazione del relè di avviamento dal telaio - moto Ducati Supersport SS Desmodue 600 750 900 ccUna volta estratto, il relè di avviamento deve essere liberato dal telaio per agevolarne le operazioni di controllo.
Accompagnando i fili, mantenuti collegati, facciamo passare il relè di avviamento tra il telaio ed il box della batteria, nel poco spazio che resta accanto alla testa del cilindro verticale (foto).

 

 
Relè di avviamento moto con fili elettrici collegati - moto Ducati Supersport SS Desmodue 600 750 900 ccAbbiamo il relè di avviamento in mano. Come si vede nella foto, sono presenti due grossi cavi con in mezzo un connettore a due vie in materiale plastico, è lui che ci interessa, o meglio, i contatti al suo interno.
Estraiamo il connettore. C’è un solo modo per innestarlo, quindi non dobbiamo preoccuparci di annotarne il posizionamento.

 

 

Arriva corrente al relè di avviamento?

Accertiamoci che arrivi corrente al componente. Per la verifica utilizziamo un tester avendo cura di impostare la tensione su un valore superiore ai 12 Volt della batteria.

Polarita faston nel connettore del relè di avviamento - moto Ducati Supersport SS Desmodue 600 750 900 ccChiave di accensione su ON, inseriamo il puntale rosso (positivo) del tester nel faston indicato con un (+) nella foto, quindi chiudiamo il circuito mettendo a massa il puntale nero (-) su una qualsiasi parte metallica della moto. Se l’ago dello strumento indica che c’è tensione procediamo con la manutenzione dei contatti elettrici, diversamente sarà necessario verificare l’integrità del filo elettrico e dei cablaggi sul suo percorso. Un aiuto per la verifica: il filo, di fabbrica, è di colore blu-rosso. Va dall’interruttore di emergenza (RUN) al pulsante di avviamento (PUSH), quindi al relè di avviamento.

 
Manutenzione dei contatti

Se, come appena visto, c’è tensione sul faston che porta corrente al relè di avviamento proviamo a rimediare al guasto con la pulizia dei contatti.

Faston del connettore sul relè di avviamento - moto Ducati Supersport SS Desmodue 600 750 900 ccPuliamo i faston femmina con un prodotto antiossidante (Svitol o simili) e uno straccetto, quindi strozziamoli un po’ con un piccolo cacciavite in modo che aderiscano al meglio ai contatti maschio del relè di avviamento.
Riassembliamo il tutto: rimettiamo il relè di avviamento nella sua sede e colleghiamo la batteria (prima il positivo) all’impianto elettrico. Ora – chiave su ON – proviamo ad avviare la nostra Ducati Supersport Desmodue. Se il problema non è risolto proseguiamo nella ricerca del guasto.

 
Verifica del funzionamento del relè di avviamento

Questa verifica equivale a quella precedente. Il vantaggio sta nella certezza del risultato. Certezza dovuta al fatto che il componente è isolato dal resto dell’impianto elettrico. Svantaggi? Il lavoro richede più tempo e qualche strumento extra. E’ comunque un passaggio obbligato se la manutenzione dei contatti elettrici non va a buon fine.

Cablaggio per la verifica del relè di avviamento - moto Ducati Supersport SS Desmodue 600 750 900 ccPrima di tutto prepariamo il cablaggio (foto) che ci permetterà di verificare il funzionamento del relè di avviamento.
Fissiamo due faston femmina delle stesse dimensioni di quelli presenti nel connettore in materiale plastico ad una delle estremità di due spezzoni di cavo da 1,5 mm e prepariamo le altre due estremità in modo da poterle fissare ai morsetti della batteria. Nella foto è stato formato un anello con il rame del filo marrone in modo da poterlo fissare stabilmente al polo positivo (+) della batteria. Il filo blu può essere lasciato com’è, servirà per chiudere manualmente il circuito per il tempo necessario al test.
Ricordiamici di calzare sui faston femmina dei cappucci di protezione per evitare pericolosi cortocircuiti, saranno molto vicini e condurranno la corrente elettrica della batteria. Una buona soluzione è proteggere i faston con della guaina termoretraibile, come in foto.

Etichettatura fili collegati al relè di avviamento - moto Ducati Supersport SS Desmodue 600 750 900 ccPrendiamo nota del cablaggio dei cavi affrancati con i dadi, quindi scolleghiamo tutti i fili dall’impianto elettrico e rimuoviamo il relè di avviamento. Non dobbiamo annotare la posizione del connettore in materiale plastico: per sua forma, può essere innestato in un solo modo.
La foto mostra i cavi etichettati per agevolare il ripristino dei collegamenti all’impianto elettrico: il cavo “BAT” proviene dal positivo (+) della batteria mentre il cavo “MOT” porta corrente al motorino di avviamento.

Polarita relè di avviamento - Ducati Supersport SS Desmodue 600 750 900 ccPrima di procedere vediamo una foto che illustra la polarità del relè di avviamento (non guardate il connettore in plastica, nella foto è ruotato e può trarre in inganno).

Date anche un’occhiata ai cablaggi in AZZURRO illustrati nello schema dell’impianto elettrico più sopra proposto.

 

Test di verifica del funzionamento del relè di avviamento - moto Ducati Supersport SS Desmodue 600 750 900 ccE’ il momento della verifica.
Prepariamo i collegamenti al componente assicurando i puntali del tester ai perni filettati con dado, quindi inseriamo i faston femmina dei fili cablati per l’occasione nei contatti maschio già sede del connettore di plastica.
Ora, prestando particolare attenzione alla polarità, fissiamo stabilmente al polo positivo (+) della batteria il filo elettrico che deve portare la corrente al relè di avviamento (marrone in foto). Siamo pronti! Chiudiamo manualmente il circuito mettendo in contatto il polo negativo (-) della batteria con l’altro filo elettrico (blu in foto). Se l’ago del tester va a fondo scala (zero Ohm, nessuna resistenza) il relè di avviamento funziona e il guasto dovrà essere indagato altrove. Se, al contrario, l’ago non si muove il relè di avviamento è guasto e dovrà essere sostituito.

 

ATTREZZATURA

COMPONENTEATTREZZOMISURESERRAGGIO
dadi relè di avviamentochiave a forchetta10 mm-
-tester per misurazioni in Volt e Ohm--

12 pensieri su “Impianto elettrico: quando la moto non da segni di vita

  1. piero luigi

    eccellente spiegazione , ma nel mio caso avendi verificato quanto sopra che tutto funzioni , avendo verifiato che la corrente arriva alle candele e scocchi la scintilla ,avendo sostuito i filtri benzina interni al serbatoio ed assicutato che arrivi benzina al carburatore… la moto non parte . non so che pesci pigliare …avete un suggerimento

    1. sersigal Autore dell'articolo

      Mmmm…! Dalla tua descrizione non mi è facile indagare il motivo. La moto era ferma da tanto tempo? Hai fatto dei lavori che potrebbero darmi una traccia da seguire? Quali sono stati i sintomi prima dei lavori che ti hanno indotto a metterci le mani?
      Se era ferma da qualche mese devo dirti che anch’io fatico a metterla in moto la prima volta, dopo non più. In questo caso io chiudo la benzina, svuoto le vaschette dei carburatori, pulisco le candele e le camere di scoppio (senza candele e con pipette lontane dai fori candela do due o tre colpi di starter), rimetto le candele, apro la benzina, attendo qualche secondo con la pompa della benzina che ronza e poi tento l’avviamento …che in genere avviene non appena il circuito carburante è pieno. Ma penso che tu abbia già provato a fare prove del genere.
      Dici di aver sostituito il filtro benzina nel serbatoio. Sicuro che qualche residuo di ruggine o sporco generico non sia passato e abbia raggiunto i getti dei carburatori? …anche se è abbastanza strano che non dia nesun segno di avviamento per un (solo) carburatore tappato. A me è successo che, per motivi elettrici e non di alimentazione, girasse con un cilindro. Andava come un cinquantino ma andava.
      E’ tanto che i carburatori non vengono ispezionati …e puliti? Essendo una moto con un po’ di anni è possibile che, col tempo, al loro interno si sia accumulato il classico reticolo (molti lo chiamano “caramello”) che forma il carburante evaporando. Hai provato a smontare le vaschette dei carburatori per vedere in che stato sono (i carburatori)?
      Tentando l’avviamento in maniera ripetuta senti odore di benzina? …intendo dire: si ingolfa? Dopo aver tentato l’accensione le candele sono bagnate?
      Se si ingolfa – e quindi la benzina bene o male arriva – e la scintilla alle candele (come dici tu) c’è, potresti prendere in considerazione l’ultima delle possibili cause che mi viene in mente: l’anticipo. …Ma se non hai aperto il carter e toccato le parti che lo interessano non penso sia possibile che il motore vada fuori fase di punto in bianco. Un anticipo fuori registro da come risultato che la qualità della scintilla alle candele potrebbe (ma non è detto) essere buona ma non scoccare al momento giusto.
      Forse hai cambiato il filtro benzina pensando che la moto non rendeva a causa di un supposto scarso afflusso di carburante e invece è questione di regolazione dell’anticipo. Se conosci qualcuno che ha una pistola stroboscopica potresti provare a vedere se è a posto. Qui sul sito c’è un articolo che spiega la regolazione dell’anticipo, ma non mi lancerei in operazioni del genere senza prima aver verificato con la pistola (nell’articolo non spiego perché non ho detto strumento).
      Al momento, senza sapere di preciso sintomi e motivi del fermo moto, mi è difficile indicarti altre cause possibili.
      La Ducati Desmodue, in quanto è un motore aspirato, ha un motore abbastanza semplice e dovrebbe girare, anche se male, per il semplice fatto che arriva carburante e c’è una scintilla elettrica, che poi sia a registro è tutta un’altra storia.
      Se non risolvi descrivimi meglio come si è verificato il problema. Andava e hai voluto fare un po’ di manutenzione invernale? Non è più andata e hai provato a cambiare il filtro benzina? …E fammi sapere se la moto si ingolfa.
      Buona fortuna …anche lei aiuta!

  2. Riccardo

    Ciao, ho letto molto interessato il tuo articolo, ma ti chiedo, se puoi rispondere alla mia domanda:
    Devo far partire un motore M600 a carburatori su un banco, senza moto me impiato elettrico, ho attualmente il motore, dal quale escono tutti i suoi cavi correttamente ( Trifase )
    le 2 bobbine e le 2 centraline in blocco alle quali connetto i due connettori che escono dal motore e da cui escono i due cavi per le candele e un connettore ” bipolare ”
    Il regolatore di tensione al quale connetto il cavo tripolare che esce dal motore e un connettore a 4 poli.
    sali dirmi cosa mi serve o cosa devo fare per far accendere questo motore ?
    Grazie in anticipo.
    Riccardo

    1. sersigal Autore dell'articolo

      Ciao Riccardo!
      Non ho mai estratto il motore dalla moto quindi non posso aiutarti, tantomeno con una semplice risposta dal sito.
      Posso però passarti (per email) lo schema elettrico completo. Con quello di sicuro capirai come fare. Te lo faccio avere.
      Buon lavoro!

  3. Riccardo

    Ciao,
    Prima cosa complimenti per il sito, m avete evitato mari di smadonnamenti.
    Il mio problema è il seguente:
    Ho un 900ss del 1994, una centralina Kokusan è andata in fumo, l’ho sostituita con una che avevo. La moto è partita subito ma appena l’ho spenta non ha più dato segni di vita.
    la cosa che mi ha lasciato più perplesso è che come accendo il quadro la candela fa una scintilla e il motorino di avviamento gira per un attimo.
    Avete qualche consiglio?
    Grazie

    1. sersigal Autore dell'articolo

      Ciao Riccardo,
      è ben strano, o meglio… qualche filo cotto? quindi un cortocircuito? Mmmm! Prima però, e forse è la causa più probabile vedi quanto segue.

      Se guardi il disegno a inizio pagina, quando giri la chiave viene alimentato il circuito giallo che di per se non fa nulla se non mettere, tramite il relè generale (nel disegno), la corrente a disposizione del circuito blu. Fino a questo punto la corrente non passa (la moto non fa niente) perché il pulsante di avviamento (push nel disegno) è aperto e non attiva il relè di avviamento (starter).
      Se il motorino di avviamento si mette a girare, a mio parere, vuol dire che il relè di avviamento (vedi foto nell’articolo) si è inchiodato meccanicamente o saldato (tipo elettrosaldatura) e tiene chiuso (corrente circolante) il circuito rosso del disegno.
      I circuiti giallo e blu servono solo a preparare l’avviamento, quello rosso invece è il vero circuito di avviamento. Intendo dire che se giri la chiave e il relè di avviamento (starter) è chiuso – inchiodato – la corrente passa e il motorino gira. Il perché della scintilla alla candela dipendere dal fatto che una volta che il volano gira (eventualmente vedi articolo sulla regolazione dei pick-up, tanto per capire) i pick-up inviano corrente alle candele. Non guarderei alla scintilla candele, è una conseguenza: il motore gira meccanicamente, la moto parte. Se ci pensi, sebbene difficile a causa della forte compressione, la moto si accende anche buttandola giù da una discesa con la marcia inserita senza premere il pulsante push, come a dire che i circuiti giallo e blu e rosso non servirebbero se fosse uso comune accendere la moto a spinta. Verifica il relè di avviamento (starter) con un tester. L’articolo spiega come.
      Molto probabilmente è così.
      Buona fortuna!

      1. Riccardo

        Ciao, dopo aver fatto tutti i controlli che mi hai descritto il problema persiste.
        I sintomi sono questi:
        Accendo il quadro è le candele fanno una scintilla, faccio girare il motorino e non succede nulla.
        Ho cambiato entrambe le centraline e le bobine ma il problema persiste.
        Potrebbero essere i Pick-up in corto?
        Grazie

        1. sersigal Autore dell'articolo

          Sempre ragionando… se il problema sono i pick-up io verificherei con un tester la resistenza (Ohm) sulla coppia di fili che arriva ad ogniuna delle centraline. Ti mando al tuo indirizzo di posta lo schema elettrico così vedi i colori dei fili. Lo schema è delle desmodue dal 91 al 93 ma, con molta probabilità, è lo stesso.

          SCOLLEGA LA BATTERIA PER ESSERE SICURO DI NON RISCHIARE UNA “SBERLA” DI CORRENTE E LA ROTTURA DELLO STRUMENTO …non dovrebbe succedere ma visto che hai la scintilla semplicemente girando la chiave è meglio.

          Un po’ empirico ma dovrebbe funzionare. Se la lancetta del tester si muove c’è qualche problema (per il settaggio degli Ohm fai delle prove). Se sono a posto la lancetta non dovrebbe muoversi. Per essere sicuro che uno dei due pick-up non sia in posizione controlla che nel vetro tondo del carter (quello per le verifiche dell’anticipo con la pistola strobo, vedi articolo sulla regolaz. anticipo) non ci sia nessuna delle punzonature che indicano l’allineamento di uno dei due pick-up.

          Però a me fa strano! Altermatore…? Rettificatore…? Guardati lo schema e magari cerca su internet quello della versione 1994 e oltre per maggior sicurezza.

          Se scopri cos’è scrivi due righe, può essere utile a me o ad altri. Per il momento: buona fortuna!

  4. gio

    Grande!!
    risolto!.. relè di avviamento…connettore attaccato male…è bastato spostarlo ed è ripartita…si vede che pulendola era gia un po molle e lo ho spostato.
    Senza questo post non ci sarei mai arrivato.
    Grazie

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Completa prima di inviare * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>